In evidenza

…contributi da non dimenticare!

Tra l'incudine e il martelleto

La società giudiziaria si avvale di criteri di valutazione e di metodi di confronto basati essenzialmente sulla centralità del diritto penale nella vita della nazione.

Il retroterra politico e culturale della legge che abolisce la prescrizione nei gradi successivi al primo, anche in caso di assoluzione, è la logica conseguenza delle tre recenti fasi attraversate dal diritto e dalla procedura penale: la società giudiziaria, il populismo penale, il principio di non innocenza.

Nella metà degli anni Novanta del secolo scorso, dopo Tangentopoli e le stragi di Palermo, nella società comincia a farsi strada in una parte considerevole dell’opinione pubblica l’idea che la magistratura possa essere l’unica istituzione capace di garantire ordine ed onestà. Attorno alle…

pubblicazione Ed. Gennaio 2020

La pozzanghera e la verità: il pessimismo della ragione

L’arroganza con la quale si ritiene di coltivare e si coltiva questa insana riforma della prescrizione non ha eguali nella storia della riforma dei nostri codici: si fa ricorso ad espressioni fatali del tipo “o prescrizione o morte”, come se la prescrizione fosse una minaccia per i confini della patria mentre la prescrizione è il più mite, il più democratico ed il più civile degli istituti del diritto penale, posto a tutela della dignità di ogni cittadino, del suo diritto alla vita e della sua tutela della libertà.

Dare risposte sbagliate ad una domanda giusta può accadere. Ma dare una risposta sbagliata ad una domanda sbagliata nata da un problema mal posto ha qualcosa di…

pubblicazione Ed. gennaio 2020

Che Cosa Possiamo fare?

E quindi, la questione su cui ci arrovelliamo, in questi giorni di oscura controriforma, è questa: cosa possiamo fare?

Abbiamo come Ministro della Giustizia, un ignorante. Forse non in generale, ma certamente, come direbbe Totò, in materia. E fin qui, poco male. Evitasse un continuo di ridicoli strafalcioni sarebbe certamente meglio.

Ma il problema, il vero problema, non è certamente quello. Il ruolo politico, difatti, non pretende conoscenza scientifica della materia. Ma che si abbia una corretta rappresentazione del contenuto tecnico di quelle scelte e della loro ricaduta sul sistema. Da questo punto di vista è facilissimo individuare gli ispiratori delle riforme in tema di giustizia. E questi ultimi, il dott Davigo per esempio, corbellerie tecniche non ne dicono. Compensano, molto più drammaticamente, con agghiaccianti assiomi…

pubblicazione Ed. gennaio 2020

Bilancio Politico di una civile e straordinaria maratona oratoria

Si avvia al termine la “maratona oratoria per la verità sulla prescrizione”, organizzata dall’Unione delle Camere Penali Italiane in questa settimana di astensione delle udienze. 

La battaglia politica contro la riforma Bonafede abrogativa della prescrizione dopo la sentenza di primo grado intanto può ambire al successo, in quanto si riesca a liberare la pubblica opinione e la stessa Politica da una delle più riuscite ed efficaci operazioni di manipolazione informativa che sia dato ricordare. La parola d’ordine di questa campagna di disinformazione…

pubblicazione Ed. gennaio 2020

indirizzi utili

Unione Camere Penali

Camera Penale di Roma

Consiglio Sup. Magistratura

Corte Costituzionale

Corte supr. Cassazione

Corte Appello di Roma

Ministero della Giustizia

Ordine Avvocati di Roma

Gazzetta Ufficiale Italiana

Cassa Prev e Ass Forense

Separazione delle Carriere

Presidenza Consiglio  Ministri

condividi
condividi